Inquinamento Agronocerinosarnese: Gambino interroga De Luca

Inquinamento atmosferico nell’Agro Nocerino Sarnese. Il Consigliere Regionale Gambino interroga De Luca, D’Amelio e la Giunta regionale.

Gambino: Nell’Agro Nocerino Sarnese sono quasi del tutto assenti idonee centraline capaci di rilevare costantemente la concentrazione di emissioni inquinanti nell’aria con particolare riferimento alle polveri sottili ed alle polveri ultra sottili.

alberico-gambino-638x425

alberico-gambino-638×425

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

NAPOLI – Con interrogazione prot.n.362 del 30.03.2016, il Consigliere Regionale Alberico Gambino ha chiesto alla Giunta Regionale, e per essa all’Assessore all’Ambiente, della Regione Campania Rosa D’Amelio di sapere:

  • se e con quale atto deliberativo o dirigenziale è stata avviata l’attuazione delle disposizione recate dall’art.13 comma 1°L.R.1/2016
  • quali iniziative urgenti intende adottare, anche utilizzando fondi di derivazione comunitaria, per consentire ai comuni di poter usufruire di adeguato sostegno economico per acquisire impianti di rilevazione costante delle emissioni inquinanti nell’aria
  • in che modo sono stati utilizzati o saranno utilizzati i 150.000 euro stanziati dall’art.13 L.R.1/2016

Nei territori comunali dell’Agro Nocerino Sarnese – scrive Gambino – sono quasi del tutto assenti idonee centraline capaci di rilevare costantemente la concentrazione di emissioni inquinanti nell’aria con particolare riferimento alle polveri sottili ed alle polveri ultra sottili. L’assenza di tali sistemi di rilevazione costante impedisce di conoscere l’effettiva qualità dell’aria e, quindi, non consente ai comuni di adottare gli opportuni provvedimenti nel caso di superamento dei valori limite”.

…………………..  …  …………………….

logo_consiglio regionale campania

GRUPPO CONSILIARE
FRATELLI D’ITALIA
IL PRESIDENTE

Prot. n. 362/2016 del 30 Marzo 2016
Dott.ssa Rosa D’Amelio
Presidente Consiglio Regionale
SEDE

OGGETTO: “ Inquinamento atmosferico Agro Nocerino Sarnese”. Interrogazione a risposta scritta ai sensi Art. 127 comma 4° Regolamento Funzionamento Consiglio.

Egregio Signor Presidente,
deposito agli atti del Suo ufficio l’allegata interrogazione alla Giunta Regionale, avente ad oggetto: “Inquinamento atmosferico Agro Nocerino Sarnese” chiedendo per essa Risposta Scritta ai sensi e per effetto art. 127 comma 4° Regolamento Funzionamento Consiglio.
L’occasione è utile per porgere Distinti Saluti

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA
PREMESSO CHE:

– nei territori comunali dell’Agro Nocerino Sarnese sono quasi del tutto assenti idonee centraline capaci di rilevare costantemente la concentrazione di emissioni inquinanti nell’aria con particolare riferimento al PM10 (polveri sottili) e PM2.5 (polveri ultra sottili);
– l’assenza di tali sistemi di rilevazione costante impedisce di conoscere l’effettiva qualità dell’aria e, quindi, impedisce ai Comuni di adottare gli opportuni provvedimenti nel caso di superamento dei valori limiti stabiliti dalla Direttiva 2008/50/CE che fissa a 50 microgrami giornalieri il limite massimo di tolleranza del PM10 e in 35 giorni/anno massimo tale livello limite di concentrazione;
– altresì impedisce di rilevare, come pure obbligatoriamente dovuto, le concentrazioni di PM2.5 che costituiscono la parte più pericolosa e nociva del PM 10;

CONSIDERATO CHE:

– la L.R. 18 Gennaio 2016 n. 1, pubblicata sul BURC n. 3 del 18.01.2016, all’art. 13 comma 1° si è posto tale problema tanto da statuire che “ al fine di monitorare e prevenire l’inquinamento atmosferico nel territorio campano la Regione istituisce un fondo per l’acquisto, da parte dei Comuni campani, di centraline atte al rilevamento di concentrazione di emissioni inquinanti nell’aria. Entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, la Giunta regionale definisce, con proprio provvedimento, gli indirizzi generali per la modalità di riparto del fondo”;
– ad oggi, nonostante siano trascorsi ormai oltre settanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge ed oltre 90 da quando essa è stata effettivamente approvata in Consiglio Regionale, non risulta essere stato adottato – dalla Giunta Regionale – alcun atto previsto dall’art. 13 comma 1° ricordato;

ATTESO CHE:

– l’attuazione delle decisioni assunte dal Consiglio Regionale risulta essere di pregnante rilevanza per la tutela della salute dei cittadini e per consentire ai Comuni di garantirla potendo contare su attrezzature ed impianti capaci di rilevare, con costanza, le emissioni inquinanti nell’aria dei propri territori;

TANTO PREMESSO

Il sottoscritto consigliere regionale

INTERROGA

La Giunta Regionale, e per essa l’Assessore all’Ambiente, per sapere:
a) se e con quale atto deliberativo e/o dirigenziale è stata avviata l’attuazione delle disposizioni recate dall’art. 13 comma 1° L.R. 1/2016;
b) quali iniziative urgenti intende adottare, anche utilizzando fondi di derivazione comunitaria, per consentire ai comuni di poter usufruire di adeguato sostegno economico per acquisire impianti di rilevazione costante delle emissioni inquinante nell’aria;
c) in che modo sono stati utilizzati, o saranno utilizzati, i 150.000,00 euro stanziati dal ricordato art. 13 L.R. 1/2016.

SI CHIEDE

Risposta scritta.

………………………  …  ………………………

Pagani, 31 marzo 2016

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente