Cardiello(FI): La Corte dei Conti certifica il disastro contabile del Comune di Eboli

“I nodi stanno venendo al pettine. Il disastro certificato dai giudici contabili condanna Eboli a dieci anni di lacrime e sangue.

Cardiello (FI): “Avremo le tasse ai massimi livelli, mentre l’Assessore al Bilancio Lavorgna pensa ai controlli dei cassettini della frutta sui marciapiedi. Gli ebolitani stanno perdendo la pazienza”.

Damiano Cardiello

Damiano Cardiello

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – “Ecco le motivazioni della Corte dei Conti sul piano di riequilibrio dei conti comunali. Il “dito” è puntato sul personale e le società partecipate. – dichiata il Capogruppo consiliare di Forza Italia-Alleanza Nazionale Damiano Cardiello – I nodi stanno venendo al pettine. – sottolinea Cardiello – Il disastro certificato dai giudici contabili condanna Eboli a dieci anni di lacrime e sangue.

Le future generazioni – aggiunge preoccupato il Consigliere Cardiello – subiranno il peso delle tasse, che arriveranno ai massimi di legge consentiti, e lo sviluppo di fatto è bloccato. Il 29 maggio in consiglio comunale daremo battaglia poichè arriveranno le aliquote di IMU,TASI,TARI che rappresentano un’autentica stangata per i cittadini onesti.

Un fallimento finanziario, amministrativo e politico, – conclude il Capogruppo di Forza Italia Damiano Cardielloche passa attraverso la gestione del personale del Comune, per arrivare alle Società partecipate, questioni che non fanno affatto chiarezza, che dovrebbe essere d’obbligo, ma che purtroppo l’Ente non risponde con i fatti. Fatti che ci faranno arrivare le tasse ai massimi livelli, mentre l’Assessore al Bilancio Adolfo Lavorgna pensa ai controlli dei cassettini della frutta sui marciapiedi. Gli ebolitani stanno perdendo la pazienza”.

………………………….  …  …………………………