Salta la Commissione Urbanistica. I Riformisti: Abbattuto il limite della decenza

Colpo di scena. Salta la Commissione Urbanistica di questa mattina, mentre la Maggioranza è in “conclave” con il responsabile dell’Ufficio urbanistica nella stanza del Sindaco.

A denunciarlo sono i Riformisti: “Abbattuto il limite della decenza amministrativa con varianti speculative in zona agricola e collinare, ora Melchionda e i suoi cedono anche al galateo istituzionale.

Vista Housing Sociale loc Fontanelle Render

Vista Housing Sociale loc Fontanelle Render

di Massimo del Mese (POLITICAdeMENTE)

EBOLI – Colpo di scena nella Maggioranza che sorregge l’Amministrazione Comunale del Sindaco Martino Melchionda: Salta la Commissione urbanistica presieduta dal Consigliere Roberto Palladino. Commissione, che vrebbe dovuto affrontare le ultime questioni preparatorie al Consiglio Comunale del 16 luglio prossimo, nel quale si dovrebbe definitivamente approvare il Progetto dell’Housing Sociale Fontanelle, di cui alla proposta presentata dalla società La Torre 76 s.c.r.l..

Palladino-Cicia

Palladino-Cicia

“Ore 12.30, – si legge nella nota politica che ci è pervenuta dai Consiglieri Comunali Liberi e Riformisti Carmine Campagna, Salvatore Marisei, Antonio Petrone a commento del mancato svolgimento della Commissione Urbanistica che era stata convocata nella tarda mattinata per affrontare alcune questioni inerenti il Progetto di Housing Sociale Fontanelle va deserta la commissione urbanistica che doveva discutere dell’housing sociale di Grataglie, in dirittura d’arrivo per domani sera in Consiglio Comunale, 300 appartamenti in variante al PRG in zona agricola e collinare, mentre la maggioranza è chiusa nella stanza del Sindaco con il Responsabile dell’Ufficio Urbanistica, evidentemente a studiare gli incartamenti.

Lo stesso diritto non vale per l’opposizione, – aggiungono i Riformisti commentando l’incontro e la loro esclusione – almeno quella dei Liberi e Riformisti presenti all’appello – mentre mancano PDL, NPSI, SEL – che in Commissione aveva chiesto  delucidazione su questioni fondamentali ed attendeva risposte:

Salvatore Marisei-Antonio Petrone-Carmine Campagna

Salvatore Marisei-Antonio Petrone-Carmine Campagna

  1. la sentenza TAR n. 3597/2010, che ha classificato come ‘zona bianca’ una parte dell’area oggetto di intervento così dando il via libera all’edificabilità, è stata acquisita al Comune prima o dopo la trasmissione da parte della Regione Campania della proposta di realizzazione dei 300 alloggi e perché non è stata appellata al Consiglio di Stato come sovente avviene per le sentenze sfavorevoli all’Ente?
  2. l’intervento rispetta le distanze da fossi e canali che abbondano in quella zona collinare?
  3. il privato proponente l’intervento ha acquisito la disponibilità delle aree su cui si realizzerà la mega lottizzazione, con quale titolo e in quale data?
  4. il privato proponente l’intervento ha altresì la disponibilità della particella catastale n. 821 su cui si realizzerà la mega lottizzazione, e perché della stessa manca agli atti il certificato di destinazione urbanistica?

Domande – scivono i Liberi e Riformisti a commento delle loro richieste ancora del tutto inevase e concludendo la nota stessa – su cui si è evitato di rispondere ma che riproporremo in Consiglio Comunale.

Dove aver abbattuto il limite della decenza amministrativa con varianti speculative in zona agricola e collinare, ora Melchionda e i suoi cedono anche al galateo istituzionale.

Ognuno ha il suo stile”.

……………………  …  ……………………..

Consiglio Comunale 16 luglio 2013

Il Consiglio Comunale è convocato, presso la Sede Centrale,  in seduta pubblica per il giorno 16 luglio 2013, alle ore 18.00, per le Interrogazione e alle 19.00 per la trattazione del seguente

ORDINE DEL GIORNO:

  1. Programma di edilizia sociale in loc. Fontanelle – Avviso regionale DD 376/2010 — Ratifica accordo di programma.
  2. Programma di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile       denominato “Riqualificazione urbana del quartiere presso via Buozzi e del quartiere presso piazza Regione Campania”. Approvazione del progetto definitivo del secondo intervento denominato Demolizione e ricostruzione fabbricato ex casa cantoniera in deroga al PRG.

…………………….  …  …………………….

Eboli, 15 luglio 2013

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. Il progetto di autocostruzione assistita “Un tetto per tutti” venne proposto alle amministrazioni pubbliche da Alisei ONG che aveva maturato esperienza e competenze tecniche in Bosnia Erzegovina, nel corso di un progetto finanziato da ECHO.
    Questo il video del cantiere di Besana Brianza, dove a discapito delle condizioni igienico sanitarie e di totale insicurezza abitino alcune famiglie: http://bit.ly/13LmLvy

    Il cantiere fa parte di un progetto avviato nel 2004 dalla Regione Lombardia è tra i più consistenti mai avviati in Europa che prevedeva la realizzazione di circa 125 abitazioni: http://bit.ly/12psFmP

    Tale progetto venne proposto anche in altre regioni d’Italia.
    Dal 2009 ad oggi il cantiere in autocostruzione avviato dal Comune di Ravenna è rimasto interrotto a causa del fallimento della società Alisei SRL beneficiaria dell’appalto.
    Nel giugno del 2012 le famiglie occupano il cantiere: http://bit.ly/151rLI1

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente