Battipaglia: Volantinaggio di Forza Nuova sulla omosessualità

Domani, 25 febbraio 2011, Volantinaggio di Forza Nuova nel centro della città di Battipaglia sulla questione omosessualità.

FN: “… Chiediamo alle istituzioni un dietrofront, per evitare di infliggere ulteriori umiliazioni a una Città Cristiana come Battipaglia, affinché non prevalga la tracotanza travestita da tolleranza e l’arbitrio inverecondo di culture voluttuose, decadenti, da Basso Impero…”.

BATTIPAGLIA – Riceviamo e pubblichiamo la lettera che segue, del responsabile battipagliese di Forza Nuova Mario Pucciarelli, nella quale si evince tutta la contrarietà, ivi compreso le motivazioni, che POLITICAdeMENTE non condivide affatto, ma per dovere di cronaca ospita. A tale proposito si preannuncia un intervento sulla vicenda specifica e sull’Omosessualità, perché è necessario fuori da ogni ipocrisia che ci si esprima su queste tematiche senza generare equivoci.

BATTIPAGLIA“Per questo Dio li ha abbandonati a passioni ignominiose: le loro donne cambiarono le relazioni naturali con quelle contronatura; e gli uomini pure, abbandonata la relazione naturale con la donna, si accesero di mutua concupiscenza, commettendo turpitudini maschi con maschi, ricevendo in sé stessi la mercede meritata del loro pervertimento”.

Lettera di San Paolo ai Romani 1,26-27

A margine di tale premessa, non è nostro proposito volersi curare delle preferenze sessuali di chicchessia. Non è, tantomeno, nostro costume violare la riservatezza delle persone, e quindi, tutto quanto possa attenersi precipuamente alla sfera dei comportamenti individuali.

Ben differente è qualora suddetti comportamenti tendano a tracimare nel dominio dell’interesse pubblico: parliamo dell’omosessualità, e dell’ostinato tentativo da parte di taluni di collocarla su un piano di normalità, poiché sappiamo, e sarebbe doveroso riconoscerlo, che così non può e non deve essere.

Uno Stato con le sue istituzioni locali, nella dignità delle proprie funzioni governative, non può promuovere e incoraggiare subculture fondate su comportamenti contronatura o di dubbia moralità.

Uno Stato deve operare per il bene dei propri cittadini, assicurarne quindi, la continuità spirituale e fisica: la “famiglia omosessuale” e l’assurda pretesa di avallarla giuridicamente, si pone in totale antitesi con tale assunto.

Una giunta comunale, col sostegno “bipartizan” della Provincia Pidiellina , che adopera anche un solo euro per propinare letterature sconce con l’anatemico, ancorché goffo, tentativo di conciliare l’omosessualità con le Sacre Scritture a scopo di legittimazione, concorre con gli “eversori dell’ordine naturale” a distruggere tutto ciò che appartiene alla forma, al giusto, all’equilibrata e complementare affettività tra uomo e donna, scaturigine delle mirabili geometrie divine.

Non si comprende la perseveranza di costoro nel voler esacerbare le cose in una società che non genera figli, con famiglie ridotte in brandelli, che si appiglia ai falsi miti edonistici ed ad un libertinismo senza via d’uscita, inficiata da esempi pubblici poco edificanti come Marrazzo e Berlusconi.

Ecco perché da forzanovisti, coerentemente devoti ai dettami della Tradizione, chiediamo alle istituzioni competenti di operare un dietrofront, di evitare di infliggere ulteriori umiliazioni a una Città Cristiana come Battipaglia, affinché non prevalga la tracotanza travestita da tolleranza e l’arbitrio inverecondo di culture voluttuose, decadenti, da Basso Impero, che incombono come nubi fosche sull’avvenire della nostra progenie.

4 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Ma guarda che poeta. Questo dolcestilnovo dei forzanovisti ricorda tanto le epurazioni dei diversi fatte in Germania nella prima metà del secolo scorso, e magistralmente raccontate recentemente da Marco Paolini nello speciale Ausmerzen nella giornata della memoria che è assolutamente opportuno rivedere per chi se lo fosse perso. Si preoccupassero invece delle scene da basso impero che avvengono nei vari palazzi del potere, tra Arcore, Villa Certosa e Palazzo Grazioli, allora sì che i soldi dei volantini avrebbero uno scopo utile alla collettività.

  2. Ma, infatti, il documento accenna anche agli “esempi pubblici poco edificanti di Marrazzo e Berlusconi”.
    Quanto alla Germania della prima metà del secolo scorso, non vedo cosa c’entri con lo spirito del documento. Adesso viene fuori che il “giudeo” San Paolo, devoto a Cristo, in realtà fosse un nazista ante-litteram. Ma per favore……

  3. Da eterosessuale,non approvo un simile modo di fare, penso che Forza Nuova abbia perso una occasione. Un tempo l’omosessualità era dannata come un peccato contro la specie e l’imperativo della riproduzione. Oggi non si può più trattare del “disordine sessuale” come di un attentato alla natalità, non esplicitamente. Ma sentirlo come un tradimento della famosa identità, l’indizio più scoperto della resa effeminata all’invasore, un CAVALLO DI TROIA del mondo giovane e famelico che preme per cancellare i confini, questo può succedere, succede. Come sempre i razzisti, consapevoli o no – come i nazisti, che facevano di nascosto lo sporco lavoro aspettandosi il riconoscimento dell’umanità a venire Il nostro onore. Ci stanno difendendo, Dio ci aiuti.,in suo nome,dato che siam tutti suoi figli UN DUBBIO: E SE FOSSE TUO FRATELLO?

  4. Se fosse mio fratello? Se fosse mio fratello cercherei ben bene di farlo guarire. E non perchè non sappia che per gli psicologi l’omosessualità sia qualcosa di naturale; ma perchè mosso dalla ferrea convinzione che l’uomo possa autodeterminarsi, nel bene e nel male. Accettare ontologicamente la propria omosessualità è segno di uno spirito DEBOLE, immaturo, lascivo. Non crederò mai a chi parla di omosessualità come qualcosa di assolutamente naturale, a chi cerca la propria legittimazione sociale attraverso il vittimismo (omofobia, omofobia!) e la mortificazione delle Tradizioni dei Popoli Italici. Sono un nemico, come dici, un cavallo di troia nel mondo di una gioventù già di per sé annichilita e priva di Spirito. Mercificano la carne con la tentazione del piacere facile e della “libera” sessualità, nascondono tutto quello che si cela dietro il velo della coerenza: dipendenza da alcool, droghe, nifomania, incapacità nel mantenere relazioni durature, eterofobia, sociopatie e atteggiamenti antisociali in generale (vedasi l’autoghettizzazione e la strana usanza del mondo gay dell’avere solo locali adibiti a pratiche sessuali). Usano come scusa l’omofobia: è omofobo chi si oppone al matrimonio, all’adozione, all’omosessualità in generale.E’ per lo omofobia che assumono droghe, alcool e quant’altro: ma è proprio così? La maggior parte muore di aids, la maggior parte assume party drugs (droghe che in stati depressivi porterebbe al suicidio immediato a causa del loro effetto adrenalinico), la maggior parte consuma alcool nei loro lerci locali che nulla hanno di culturale.

    Per il resto: chi dice che bisogna eliminarli? Chi dice che dobbiamo arrivvare ad una grande cattiveria? Facessero i loro lerci comodi, quanto vogliono, la Stato non si tocca. La Famiglia non si tocca. IL FUTURO VA TUTELATO OGLI GLI EGOISTICI INTERESSI DI CHICCHESSIA.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente