La Eboli Multisrvizi precisa a proposito dell'incendio dei manifesti

COMUNICATO STAMPA

In relazione alla notizia apparsa su alcuni organi di informazione questa mattina, la società Eboli Multiservizi precisa che i propri dipendenti non sono in alcun modo coinvolti nell’incendio appiccato ai manifesti elettorali stoccati per lo smaltimento presso l’area del Palasele.

L’incendio, appiccato da ignoti vandali, avrebbe potuto danneggiare non solo la società, ma anche i cittadini ebolitani, poiché il materiale dato alle fiamme era già pronto per essere smaltito presso una discarica autorizzata, in quanto considerato rifiuto speciale non pericoloso per la presenza di colle.

Tale pericolo è stato evitato dai Vigili del Fuoco, prontamente accorsi a domare l’incendio che non ha creato danni a persone o cose.

La notizia di un presunto coinvolgimento di addetti della società, nel caso dell’incendio dell’altra notte, giunge in un momento particolarmente importante della vita della società comunale, alle prese con una programmazione volta allo sviluppo aziendale e ad una maggiore informazione per i cittadini.

In questa direzione è stato realizzato uno strumento idoneo, quale il nuovo sito web della Multiservizi, affinché possa fornire tutte le indicazioni possibili  relative, non solo all’azienda, ma anche a tutto ciò che si muove intorno al territorio ebolitano.

Lo scopo è di coinvolgere le persone che necessitano di informazioni, la filosofia è quella di una maggiore informazione e trasparenza al fine di attrarre nuovi operatori e creare opportunità e sviluppo sul territorio.

Il nuovo sito è una fotografia della nuova Eboli Multiservizi s.p.a. A partire da una nuova identità visiva della società, www.ebolimultiservizi.it fornisce al cittadino una panoramica completa sia di tutti i servizi forniti per conto dell’amministrazione comunale (parcheggi, affissioni pubbliche, manutenzione) che delle altre attività (eventi, attività sportive presso le strutture, etc.).

Il sito consente anche la registrazione degli utenti per la ricezione di news ed aggiornamenti e funzioni di blog.

EBOLI, 27 MARZO 2010

6 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. in verità è stato il SIG. Ippolito Vincenzo a carpire le fiamme e il fumo in lontananza alle ore 18.00 di sera, non è successo di notte….dopo la mia segnalazione al comando vigili urbani mi sono recato negli uffici dove 2 addetti ignari di tutto era li a fare svolgere le proprie funzioni…l’unica nota dolente è che nel recarci la nel dietro palasele in un area un po degradata che da Ippolito era gia stata sgnalata mesi fa vi era un cancello del tutto aperto senza lucchetto e senza catena, il perchè questo la multiservizi lo ha spiegato dicendo che vi erano stati fatti dei lavori da parte dell’enel e poi lasciaot incustodito per qualche ora. E’ un gesto grave quello di appiccare un incendio e lo condanniamo tutti ma aimè anche quello di gestire male è pur grave direi……. io non accuso nessuno ci mancherebbe altro ma i controlli in strutture pubbliche vanno sempre fatti.

  2. il sindaco eserciti i suoi poteri e rimuova i vertici della multiservizi prima che questi rimuovano lui

  3. il sindaco? quale scusa…….EX SINDACO

  4. caro enzo, tu sei sempre pronto a vedere tutto , in ogni luogo ed in ogni momento, forse perchè stai tutto il giorno senza lavorare e senza fare un BIP…..
    Vai a lavorare sfaticato.

  5. t.teng.gann: sappi che il sottoscritto lavora e gadagna oltre 1300 euro al mese, credo che la tua sia solo invidia una brutta invidia credimi……. cmq io non posto mai rancore e ti perdono come faccio con gli altri! sii un po piu’ educato credimi fai solo brutte figure

  6. @Pasqualone, sei lugimirante, o forse veggente, cmq hai ragione.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente