Eboli: Aggiornamento casi Covid

Aggiornamento emergenza Covid 9 gennaio 2022. Il Sindaco si uniforma all’Ordinanza De Luca. I genitori rappresentanti degli IIS chiedono di estendere l’Ordinanza. 

Il Sindaco di Eboli Mario Conte precisa e rassicura: “Nella giornata di domani ci sarà un ulteriore confronto con i dirigenti scolastici, al fine di avere un quadro chiaro della situazione, in modo da poter verificare se ricorrono emergenze particolari, da indurre ad assumere provvedimenti divergenti rispetto a quelli della Regione Campania e del Governo Nazionale”.

Comune di Eboli

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – «L’Amministrazione Comunale si uniforma all’ordinanza regionale, maggiormente restrittiva rispetto al Decreto del Governo, per quanto riguarda le scuole dell’infanzia, primarie e secondaria di I grado, confermando la sospensione delle attività didattiche in presenza. – Scrive in una nota il Sindaco di Eboli Mario ContePer quanto riguarda gli Istituti Superiori per il momento ci si conforma alla disposizione del Governo, in attesa anche di verificare dati certi in merito ai contagi di docenti ed alunni.

Nella giornata di domani ci sarà un ulteriore confronto con i dirigenti scolastici, al fine di avere un quadro chiaro della situazione, in modo da poter verificare se ricorrono emergenze particolari, da indurre ad assumere provvedimenti divergenti rispetto a quelli della Regione Campania e del Governo Nazionale. – Conclude il Primo cittadino di Eboli Mario ConteIn ogni caso, le dirigenti scolastiche qualora ne ricorrano le condizioni possono già attivare la DaD in osservanza delle linee guida del MIUR.»

Mario Conte-Sindaco di Eboli

Emergenza Covid-19: Aggiornamento 9 gennaio 2022.

Con riferimento ai dati del contagio da Covid19, si comunica quanto segue:

numero complessivo dei positivi: 793 (di cui n. 139 da tampone antigenico).

I dati sono rilevati dalla piattaforma regionale ed aggiornati alla data dell’8 gennaio 2022. Si precisa che i dati potrebbero subire ulteriori variazioni derivanti dal ritardo nelle registrazioni sulsistema.

A tutela della salute e di una regolare continuità delle attività economiche, sociali e scolastiche, ai cittadini si raccomanda di aderire con fiducia alla campagna vaccinale in corso, rivolgendosi alle strutture sanitarie attive sul territorio.

Al fine di scongiurare recrudescenze del contagio, e’ importante:
• utilizzare i dispositivi di prevenzione individuale (mascherina di protezione delle vie aeree)
• praticare il distanziamento sociale, evitando assembramenti e condizioni di sovraffollamento di luoghi al chiuso
• lavare/sanificare frequentemente le mani
• continuare a mantenere un comportamento responsabile e prudente, osservando scrupolosamente tutte le norme di contenimento del contagio.

Questo il bollettino di oggi in Campania:(dati aggiornati alle 23.59 di ieri)

Positivi del giorno: 11.815
Test: 105.508

Deceduti: 5

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 702
Posti letto di terapia intensiva occupati: 76
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (*)
Posti letto di degenza occupati: 1.031

(*) Posti letto Covid e Offerta privata.

L’Ordinanza n. 1 del 7 gennaio 2022 del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, contiene ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Ecco la parte ordinativa dell’Ordinanza.

Sull’intero territorio regionale, fatta salva l’adozione di ulteriori provvedimenti in conseguenza dell’evoluzione della situazione epidemiologica, con decorrenza dalla pubblicazione del presente provvedimento e fino al 29 gennaio 2022:

1.1. dalle ore 22,00 e fino alle ore 6,00 è fatto divieto di consumo di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico, ivi compresi gli spazi antistanti agli esercizi commerciali, le piazze, le ville e i parchi comunali;

1.2. sono comunque vietati affollamenti o assembramenti per il consumo di qualsiasi genere alimentare in luoghi pubblici o aperti al pubblico. È fatta raccomandazione ai Comuni e alle altre Autorità competenti di intensificare la vigilanza e i controlli sul rispetto del divieto di assembramenti, in particolare nelle zone ed orari della cd. “movida”;

1.3. è disposta la sospensione delle attività in presenza dei servizi educativi per l’infanzia di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n.  65, e dell’attività scolastica e didattica in presenza della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado. Resta sempre garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.

Ordinanza n. 1 del 07/01/2022

Ultime Nazionali contagi

Nelle ultime 24 ore in Italia registrati 155.659 nuovi casi di coronavirus su 993.201 tamponi effettuati. I decessi sono stati 157, con il totale delle vittime nel Paese che sale a 139.038. I ricoverati in terapia intensiva sono 1.595, 38 in più rispetto a ieri

Intanto in concomitanza con le dichiarazioni del Sindaco di Eboli Mario Conte ci giungeva la richiesta dal titolo “Scuole sicure” dei rappresentati di tutti gli istituti superiori presenti sul territorio Ebolitano: dell’I.I.S “Mattei-Fortunato” Maglio Gerardo, Bernardo Michele, Del Fiore Federica, Cetrulo Manuel; Dell’I.I.S. “Perito-Levi”, Giosuè Di Palma, Francesco Tartaglia, Alessandra Piano; Liceo Scientifico “A.Gallotta”, Antonio Pio Marcantuono, Gennaro Del Pizzo, Alfonso Malangone, Alessandro Lenza; Prendendo atto dell’ordinanza n 1 del 7 Gennaio 2022 del presidente della regione Campania, con la quale è stata disposta la sospensione delle attività in presenza sino al 29 Gennaio della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado chiedonoal sindaco di Eboli, Mario Conte, “di valutare la necessità di estendere la sospensione delle attività didattiche in presenza anche agli istituti superiori presenti sul territorio comunale.

Vista la fase critica – scrivono i rappresentanti dei Genitori – che il nostro territorio sta attraversando per quanto riguarda l’elevato numero di contagi, Visto l’aggiornamento odierno del Comune di Eboli sull’andamento dei contagi che conta 800 positivi solo sul nostro territorio

Vista la presenza nei nostri istituti di ragazzi provenienti da più di 20 comuni della provincia e analizzate le percentuali di vaccinazioni, ancora basse rispetto alla media, effettuate con terza dose nella fascia di età 14-19 chiediamo al sindaco di eboli di rassicurare le paure degli alunni e delle famiglie rivedendo la sua decisione pubblicata tramite comunicato stampa diffuso sulle pagine social del sindaco.

Inoltre, – aggiungono – la preoccupazione sorge anche per la continuità dei programmi che sembra essere una questione di secondo piano. Nonostante si parli di diritto allo studio questo sembra non essere applicato poiché nel caso in cui continuassimo ad andare in presenza, non ci sarebbe la possibilità per coloro che, o in quarantena fiduciaria o per aver contratto il covid, di svolgere la didattica a distanza.

Un atto di responsabilità potrebbe calmierare il contagio che sembra essere,
soprattutto nella nostra fascia d’età, incontrollato. – concludono i rappresentanti dei Genitori – Sicuri di un Suo riscontro Le porgiamo i nostri distinti saluti

Ricevuta la nota dei Rappresentanti dei Genitori il Sindaco Mario Conte precisa e rassicura: «Ho letto con attenzione le note inviatemi dai rappresentanti degli istituti superiori ed anche le perplessità dei cittadini. Voglio pertanto precisare che, come già detto in precedenza, nella giornata di domani verranno effettuate tutte le verifiche dei dati e delle varie situazioni delle scuole superiori. Del resto, come qualcuno ha osservato, i contagi sono avvenuti nelle vacanze di Natale con le scuole chiuse.

Inoltre, domani dovrò assumere anche ulteriori dati dall’ASL, ciò al fine di porre a fondamento di qualsiasi provvedimento fatti e circostanze scientifiche e tecnicamente provate. Atteso che ogni provvedimento amministrativo può essere impugnato e annullato dall’Autorità giudiziaria, come in queste ore si sta verificando rispetto all’ordinanza regionale.

Per tali ragioni si attende la giornata di domani, così da poter avere un quadro chiaro e poter prendere il provvedimento migliore che tuteli la salute pubblica e il diritto allo studio. – conclude il Sindaco di Eboli Mario ConteVorrei rassicurare tutti che sono ormai giorni che gran parte della mia attività giornaliera è dedicata all’emergenza Covid, sia per quanto riguarda l’accessibilità ai centri vaccinali che alla logistica tamponi, e che nelle prossime ore si avranno ulteriori iniziative a riguardo».

Eboli, 9 gennaio 2022 (aggiornato alle ore 22.17 del 9 gennaio 2022)

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. mario caro,attento alle class action, o litisconsorzi per danni e/o vittime, dio non voglia da covid, se i dati impennano con le riaperture delle scuole saranno volatili per diabetici, o falli al petrus, attento, ciao!

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente