Neonatologia Battipaglia. M5S al DG ASL: Si garantisca il servizio

M5S: Si adegui l’organico per non chiudere l’Unità Operativa Neonatale e la TIN dell’Ospedale di Battipaglia. 

Si aggiungono alla protesta della Sindaca uscente Cecilia Francese e del suo competitor Ugo Tozzi, la Senatrice Felicia Gaudiano e il Consigliere regionale Michele Cammarano del M5S: “Presidio fondamentale che garantisce circa 1300 parti annui e circa 400 ricoveri”. 

ospedale-Battipaglia-ingresso-foto Politicademente

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – A tenere banco sui tavoli politici è la notizia della chiusura dell’Unità Operativa Complessa di Terapia Intensiva Neonatale all’Ospedale di Battipaglia, per carenza di personale ma anche per incapacità gestionale da parte sia della Direzione Sanitaria che dalla Direzione Generale dell’ASL Salerno. Una discussione politica che addirittura ha avvicinato sia la Sindaca Uscente Cecilia  Francese, che il suo competitor ed ex suo vice Sindaco Ugo Tozzi: La prima per aver adottato una Delibera di Giunta che “Intima” e “Diffida” la DG dell’ASL Salerno e la Regione Campania, per non negare servizi e prestazioni, di assicurare il miglior funzionamento https://www.massimo.delmese.net/171967/chiusura-tin-la-giunta-diffida-asl-sa-e-regione/; Il secondo per aver raccolto ai gazebo di FdI 1800 firme che scongiravano la chiusra del TIN; Entrambi convenuti ad unire le loro forze per dare più slancio alla protesta.

Felicia Gaudiano-Michele Cammarano

Alle proteste genersonali si è aggiunta anche quella del M5S come denunciano la Senatrice Felicia Gaudiano e il Consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Michele Cammarano: «Da giorni stiamo seguendo le criticità che riguardano l’Unità Operativa Neonatale e la TIN (terapia intensiva neonatale) dell’ospedale ‘Santa Maria della Speranza’ di Battipaglia. Bisogna assolutamente salvaguardare un Ospedale che garantisce circa 1300 parti annui e circa 400 ricoveri di TIN e Patologia Neonatale, rispondendo alle esigenze di un territorio molto vasto, che comprende tutta la Piana del Sele, ma anche l’alto e basso Cilento. A causa della scarsità di personale, da tempo si paventa la chiusura dei reparti dell’unità Operativa Neonatale e la TIN, compromettendo gravemente il livello di assistenza di una popolazione che arriva a triplicarsi durante l’estate.

Siamo in contatto con il direttore generale Mario Iervolino e chiediamo che si intervenga tempestivamente attivando tutte le procedure straordinarie atte a reperire personale medico, scongiurando così un’eventuale chiusura, ovvero forti ridimensionamenti che riducono le prestazioni e l’assistenza sanitaria. Non è possibile consentire che le gravi carenze di personale mettano a repentaglio la salute e la vita stessa di tantissima gente. Per questo – concludono la Senatrice Felicia Gaudiano e il Consigliere regionale Michele Cammarano del M5S – non solo va assolutamente scongiurata la chiusura dei reparti, ma va necessariamente potenziata, nel rispetto degli standard minimi di sicurezza e a garanzia del diritto alla salute di tutti».

Battipaglia, 15 agosto 2021

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente