Nasce l’Associazione Culturale “Luigi Gaeta”

L’Associazione culturale “Luigi Gaeta” si prefigge  come scopo quello di aiutare i bambini.

Taxi colorato Caterina Bellandi

EBOLI – Nasce l’Associazione Culturale “Luigi Gaeta”. Qualche giorno fa ad Eboli è sorta una nuova associazione culturale, creata dalla volontà e dal desiderio di un gruppo di persone di realizzare iniziative culturali, manifestazioni sportive, convegni, dibattiti, valorizzare l’arte e l’ambiente, ma con un unico e principale obiettivo, quello di dare una mano agli altri, soprattutto ai bambini.

L’emozione al momento della registrazione dello statuto era fortissima. “E’ uno strumento attraverso il quale trasformiamo in fatti le tante parole che si dicono in questi casi, vogliamo cercare di dare un contributo concreto, attraverso questa associazione, a chi ne ha davvero bisogno, soprattutto i bimbi che sono più deboli ed hanno necessità di essere tutelati”, questo il pensiero di Angela Salemme, segretaria dell’associazione. Della stessa idea il vicepresidente Pier Luigi Odaglia: “L’intento è quello di raggiungere il maggior numero possibile di persone di buona volontà, la collaborazione è alla base di ogni buon progetto”. Ma anche i consiglieri saranno in prima linea. “Vogliamo impegnarci in prima persona, senza nessuno sconto, tutto ciò che riusciremo a raccogliere andrà totalmente a chi ne avrà bisogno”, ha aggiunto Antonio Visconti. Altro aspetto importante è quello di fare rete con le altre associazioni, “collaborare con gli altri per perseguire insieme un unico scopo”, dice Angelo Niglio. Il nome dato all’Associazione è un nome di rilievo.

La memoria di Luigi Gaeta, professore di matematica e fisica particolarmente apprezzato e benvoluto nella società, molto vicino alle categorie più deboli, dotato di una spiccata sensibilità che lo rendeva un uomo speciale, sempre pronto a mettersi a disposizione del prossimo, resta viva in tutta la comunità ebolitana. “Sono sicura che mio padre sarebbe fiero di ciò che stiamo facendo – è con grande emozione e commozione che il Presidente dell’associazione, Rosaria Gaeta, racconta del padre – ancora non riesco a parlare di lui, ma sono felice di ciò che  stiamo creando, lavoreremo sodo per venire incontro a tutti, lo faremo già dal prossimo 18 settembre”.

Taxi colorato Caterina Bellandi

Il primo grande evento, infatti, si terrà il 18 settembre all’Hotel Capital a Campagna, dove si svolgerà un grande torneo di Burraco a sostegno dei bambini oncopatologici di Caterina Bellandi, la famosa tassista che accompagna in giro nel suo taxi colorato i bimbi malati.  L’associazione, inoltre, farà da supporto al gruppo, nato da due anni su Facebook “La pinella del cuore”, che nel 2009 ha organizzato un grande torneo di burraco a Roma, attraverso il quale sono stati raccolti fondi per l’acquisto di oltre 600 corredini scolastici per un orfanotrofio in Africa  e più di mille euro per l’acquisto di beni alimentari a favore di un orfanotrofio in Uganda.

Da oggi ci sarà qualcuno in più a dare una mano a chi ne avrà bisogno: l’Associazione “Luigi Gaeta” .

Ecco il Direttivo completo:
Presidenza:  Rosaria Gaeta
Vicepresidenza:  Pier Luigi Odaglia
Segretaria: Angela Salemme
Consiglieri: Antonio Visconti, Angelo Niglio, Paolo Polito, Antonella Simonetti, Michela Giarletta.

3 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. E’ con infinita gioia che plaudo all’iniziativa, perchè finalmente qualcuno demandi ai giovani l’esempio del fare di uomini che hanno dato lustro a questa Città. Gigino Gaeta, oltre che fraterno mio amico era un vero Socialista Riformista e Liberale, molto apprezzato dai Compagni del PSI di Eboli. Insieme facemmo molte battaglie per innescare la Rivoluzione Culturale che portò Eboli a diventare il faro della Politica Socialista Meridionale, Nato in una famiglia Socialista, numerosa, progressista e dedita allo studio, da ottimo Matematico, ottimo padre, ottimo uomo, sempre sorridente e sempre pronto ad aiutare i più deboli ed i meno fortunati, ideò e portò a compimento, grazie alla sua inventiva ed intelligenza l’istituzione della struttura Assistenziale ISES, in tempi di magra e con l’idale di creare ad Eboli qualcosa che rilaciassse la città verso unfuturo certo e migliore. Le sue intenzioni erano Nobili ma dopo la sua prematura morte, l’Istituto ISES diventò una confraternita di interessi personali e di potere Politico, perdendo quei valori per cui era stata fondata. Ai suoi familiari va tutto il mio apprezzamento per quello che hanno saputo ideare, in ricordo di un vero Socialista. pieno di Umanità ed Amore per il prossimo.
    La sua azione valga d’insegnamento ai politici recenti che pensano solo alla ricchezza ed al potere.
    Auguri
    Elio Presutto

  2. Elio ….ancora…. e dai…………….

  3. é una vergogna. sempre gli stessi sotterfugi per ottenere danaro per operazioni inutili. Ma fate beneficenza per cose più vicine a noi, sicuramente più bisognose….

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente