Allerta sul voto a Pontecagnano Faiano

Domenica si vota. Da stasera è silenzio elettorale. Giuseppe Lanzara allerta tutti gli organi di controllo per vigilare sulle ultime ore.

Su Pontecagnano Faiano aleggia lo spettro di operazioni di disturbo tendenti alla intimidazione e al condizionamento, ma anche di un clima che tenderebbe al discredito del voto con azioni poco corrette sempre legate minacce più o meno esplicite.

giuseppe_lanzara1

giuseppe_lanzara1

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

PONTECAGNANO FAIANOGiuseppe Lanzara, candidato sindaco alle elezioni comunali di Pontecagnano Faiano del prossimo 24 giugno, ha inviato una nota alla Procura della Repubblica, alla Prefettura di Salerno, agli Organi di Polizia ed al Segretario Generale del Comune di Pontecagnano Faiano. L’aspirante primo cittadino della Città picentina ha richiesto alle varie autorità istituzionali la sensibilizzazione e il conseguente controllo, di tutti i soggetti coinvolti nelle operazioni di voto affinché, nel corso delle operazioni di voto, esigano il rispetto dell’art. 1 D.L 96/2008 che vieta l’introduzione, nei seggi, di telefoni cellulari e apparecchiature simili.

La motivazione per Lanzara sono le voci che gli sono giunte, di possibili comportamenti finalizzati ad inquinare le regolari procedure elettorali, ed a tale proposito ha dichiarato: «Di ora in ora aumenta il numero di denunce, da parte di comuni cittadini, di minacce ai danni dei votanti, che si vedono costretti a promettere prova fotografica della scheda elettorale in cambio di denaro o favori.

Inoltre, – aggiunge Lanzara – circola in queste ore la voce che i componenti dello staff del mio antagonista politico richiedano insistentemente le generalità dei residenti delle varie aree del territorio dopo averli contattati ad accordare la propria preferenza al candidato di centrodestra.

Questo clima – conclude il Candidato Sindaco Giuseppe Lanzara – deve necessariamente allentarci per garantire a tutti, indistintamente, un’espressione del voto libera, incondizionata, mai dominata da logiche di potere e di supremazia. Andiamo avanti, ma col sorriso».

In effetti è stata una scelta pubblicare questa nota non quando ci è pervenuta, ma solo oggi, ultimo giorno utile di incontri pubblici. La scelta è soprattutto per ricordare agli elettori che se hanno subito in qualche modo pressioni o minacce, domenica con il voto possono contribuire a che non succeda più. La scelta è legata ad un allarme che se dovesse rispondere al vero è inquietante e quelle autorità preposte alla vigilanza e alla correttezza dello svolgimento delle operazioni di voto, mai come ora possono con una massiccia sorveglianza garantirne lo svolgimento, atteso che in provincia di Salerno Pontecagnano Faiano è l’unico comune interessato al ballottaggio di domenica.

Se su Pontecagnano Faiano aleggia lo spettro di operazioni di disturbo tendenti alla intimidazione e al condizionamento, e il clima che si è creato tenderebbe al discredito del voto utilizzando azioni poco corrette sempre legate a minacce più o meno esplicite, gli elettori ne devono fare ammenda e devono comprendere come e dove si va a finire quando è avvenuto alle ultime elezioni politiche, allorquando chi era seduto al Bar e con disinvoltuta pontificava minacciando e promettendo e poi è assurto al Governo con tutte le conseguenze che già si sono manifestate in pochi giorni.

Pontecagnano Faiano, 22 giugno 2018

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2018 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente