Esenzioni ticket: I patronati possono raccogliere le autocertificazione

Finite file e disagi per i cittadini. Il DG Giordano ha autorizzato i patronati a raccogliere le certificazioni per le esenzioni dei ticket sanitari.

Un grande risultato raggiunto grazie all’iniziativa della Cisl di Salerno a sostegno dei cittadini ma anche delle strutture amministrative dei distretti sanitari dell’Asl di Salerno. Con questo provvedimento 12 patronati raccoglieranno e trasmetteranno all’Asl gratuitamente le domande i esenzione dei ticket sanitari.

Antonio Giordano-Pietro Antonacchio-Gerardo Ceres

Antonio Giordano-Pietro Antonacchio-Gerardo Ceres

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – Grazie all’iniziativa della Cisl di Salerno il manager dell’Asl, Antonio Giordano, ha firmato la delibera che autorizza i patronati a raccogliere le autocertificazioni dei cittadini per richiedere l’esenzione dal pagamento dei ticket sanitari.

Un grande risultato a sostegno dei cittadini ma anche delle strutture amministrative dei distretti sanitari dell’Asl di Salerno. Con la delibera firmata dal direttore generale dell’Azienda, Antonio Giordano, si eviteranno i disagi dei cittadini, specie le persone anziane, fatti di lunghe e stressanti code ed attese agli sportelli dei distretti sanitari.

La delibera, infatti, autorizza 12 patronati che, in seguito al bando di evidenza pubblica, hanno richiesto l’autorizzazione a raccogliere e trasmettere all’Asl – gratuitamente – le domande autocertificate per la richiesta di esenzione dal pagamento dei ticket sanitari.

Negli anni passati si è assistito a scene indecorose di migliaia di utenti agli sportelli, con il conseguente stress organizzativo da parte degli impiegati dei distretti sanitari.

Inoltre tale condizione aveva anche determinato indicazioni approssimative e non riflettute sulla scelta del codice di esenzione, ragione per la quale – a distanza di tre anni – l’Asl ha richiesto la restituzione delle somme esentate per le prestazioni sanitarie e farmaceutiche.

Questa scelta sgrava le strutture amministrative dell’Asl, garantisce maggiormente gli utenti dal rischio di errori e, vista la diffusione territoriale delle sedi del Patronato, evita, soprattutto alle persone anziane, di spostarsi dai piccoli paesi periferici per raggiungere gli uffici distrettuali dell’Asl”, hanno spiegato Gerardo Ceres, segretario generale della Cisl Salerno, e Pietro Antonacchio, segretario generale della Fp Cisl Salerno. “Questo sarà un buon esempio di sussidiarietà che assicurerà qualità, efficienza e tutela per i cittadini. Come Cisl di Salerno, attraverso il nostro patronato, l’Inas Cisl, assicureremo la massima e capillare diffusione di questa opportunità che verrà offerta ai cittadini della provincia di Salerno”.

Salerno, 4 febbraio 2018

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2018 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente