"ZES" tag

Eboli chiede di entrare nella ZES: Voto unanime in Consiglio

EBOLI – Il Consiglio comunale all’unanimità chiede alla Regione la revisione della ZES e l’inclusione dell’Area industriale di Eboli.
Il Consiglio Comunale vota all’unanimità la richiesta di revisionare le perimetrazioni ZES, e il voto di maggioranza e opposizioni rafforza il voto che apre ad un possibile sviluppo imprenditoriale e occupazionale. Soddisfazione da Cariello, Conte, Cardiello e Fido.

ZES: Dalle opposizioni in Consiglio, una mozione e una proposta

EBOLI – Le opposizioni sulla eclusione dalla ZES incalzano Maggioranza e Amministrazione e presentano una mozione e una proposta.

I cinque consiglieri di opposizione Conte, Di Candia, Petrone, Cardiello e Fido rispettivamente del MDP-LEU, F.I., Eboli 3.0, con l’appoggio di Pansa e di Insieme x Eboli” tentano la carta del recupero attraverso un’azione sinergica che coinvolga per il bene della Città maggioranza e opposizione.

Eboli esclusa dalle ZES: Dalla proposta alla critica di Roberto Pansa

EBOLI – Domani si discute in Consiglio Comunale della esclusione di Eboli dalle ZES. Da Pansa Insieme x Eboli, una proposta oltre la critica.
Si preannuncia un consiglio comunale caldo sia sulla discussione della esclusione della zona industriale di Eboli dalla ZES e sia per la surroga e i subentri dei nuovi consiglieri, con una scia di polemiche per un “rimpastone” oscurato e una serie interminabili di dimissioni. E oggi si è simessa anche la “cultura”.

Eboli: Si dimette anche Bonavoglia (dall’UDC) …e vai

EBOLI – E le dimissioni piovono ancora: Bonavoglia lascia l’UDC. Succede di tutto dalle parti della maggioranza.
E tra una dimissione e l’altra, assessori che vanno e altri che vengono, succede di tutto o meglio non succede niente e le opposizioni hanno chiesto un Consiglio comunale sulla Fascia costiera e un altro sulla esclusione della Zona Industriale dalle ZES (Zone Economiche Speciali).

Area PIP di Eboli fuori dalla ZES: Tra colpevoli, responsabili e incapaci

Continuano le polemiche, ma l’Area PIP  è fuori dalla ZES e non c’è un 2° tempo. E le Imprese locali sono fuori dal futuro. E tra colpevolezze, responsabilità e incapacità per il Sindaco…

Un Consiglio comunale urgente sulla esclusione di Eboli dalla ZES

EBOLI – Eboli è fuori dalla ZES e fuori da finanziamenti e agevolazioni. Un’altra occasione perduta per il territorio. Accusano a De Luca e Cariello.
Le imprese ebolitane danneggiate dalla esclusione dalle Aeree retroportuali. Le opposizione MDP-LEU, FI, Eboli 3.0, Insieme x Eboli accusano: Governo Regione e Comune; Gentiloni, De Luca e Cariello; Si compattano e insieme chiedono un Consiglio Comunale urgente per individuare le responsabilità dell’Amministrazione.

Eboli: Mozione e Interrogazione PD su viabilità e manutenzione strade comunali

EBOLI – Messa in sicurezza e manutenzione delle strade: Il Gruppo PD Presentata una mozione ed una interrogazione Consiliare.
La mozione e l’Interrogazione consiliare per ricordare all’amministrazione comunale di presentare progetti cantierabili per la messa in sicurezza e la manutenzione delle strade e concorrere ai finanziamenti regionali. Il problema è stato oggetto di numerosi interventi e interrogazioni consiliari senza aver avuto mai una risposta.

Eboli fuori dalla ZES: Il MDP-LEU interroga Cariello

EBOLI – L’Area Industriale di Eboli esclusa dalle ZES proposte dalla Regione. Il gruppo MDP-LEU interroga Cariello e chiede un Consiglio urgente.
Nonostante i 5.154 ettari sui 5.467 assegnati alla Campania, e i 513 ettari in meno, Eboli non è stata inclusa, penalizzando gli imprenditori che non potranno usufruire di benefici e agevolazioni previsti. Una colpevole realtà che coinvolge l’incapacità dell’Amministrazione e la cecità della Regione.

Eboli fuori dalla ZES, l’On. Conte attacca De Luca e Cariello: Inadeguati

SALERNO – Il MDP-LEU con l’On. Federico Conte interviene sulla esclusione di Eboli dalla Zona Economica Speciale e promette una iniziativa parlamentare.
Un’occasione perduta per la Piana del Sele, Eboli e gli imprenditori. On. Conte: «l’ennesima prova di inadeguatezza dell’amministrazione comunale, che sottrae al territorio l’occasione di nuove infrastrutture, e priva i suoi operatori di occasioni di crescita, sviluppo e defiscalizzazione».

Concessioni e nulla osta a Battipaglia: Forza Italia contro l’ASI

BATTIPAGLIA – Forza Italia con Longo si scaglia contro l’ASI e a favore delle Imprese battipagliesi colpite da Ordinanza di sgombro.
I mancati nulla osta evidenziano una pretesa di posizione dominante dell’ASI, che va oltre le stesse prerogative urbanistiche in merito alle Concessioni in capo al Comune. Battipaglia rivendichi l’accellerazione delle ZES previo il Commissariamento dell’ASI, un ente superato, per attuare e gestire al meglio anche le risorse di cui alle Aree di Crisi Complesse puntando all’Industria 4.0.

Eboli fuori dalla ZES? Colpa dell’Amministrazione: Parola di Insieme x Eboli

EBOLI – Dopo l’incontro nell’Area Industriale di Eboli con l’Assessore regionale Lepore, Insieme x Eboli accusa: “Eboli fuori dalla ZES, colpa di un’Amministrazione incapace e dormiente”.

L’Assessore Lepore con a seguito il Consigliere regionale Picarone certifica l’esclusione dell’Area Industriale di Eboli dallo ZES. Ammette di non conoscere la realtà imprenditoriale ebolitana. Sciorina in un soliloquio tutte le misure finanziarie più ovvie. Promette conpensativamente interventi individuali alle imprese.

Scioglimento Consorzio Area PIP di Eboli: L’UDC è favorevole

EBOLI – Il Gruppo UDC preme sull’Amministrazione per liquidare il Consorzio Area PIP Eboli e contestualmente di rilanciare il commercio.
Piegari, Masala, Guarracino, Grasso, Bonavoglia, forti del parere favorevole del presidente del consiglio comunale Vecchio circa i dubbi sulla gestione, ne chiedono la messa in liquidazione e contestualmente una riregolamentazione. Il capogruppo Piegari: ”Si sviluppi un focus sul commercio cittadino, il rilancio parte anche da qui”.

Eboli: Convocato un incontro sullo sviluppo Zona Industriale

EBOLI – Venerdì 4 maggio, ore 18.30, Incontro Istituzionale nell’Area PIP di Eboli sullo Sviluppo industriale e Zone Economiche Speciali (ZES).
Il Comune di Eboli e il Consorzio Area PIP incontreranno l’assessore regionale, Amedeo Lepore, con presidente della commissione bilancio della Regione, Picarone, per il rilancio delle imprese e del lavoro. Il Sindaco Massimo Cariello:” Gli imprenditori e lavoratori che chiedono programmi definiti di sviluppo industriale per operare investimenti ed aumentare i livelli occupazionali.“

Il PD ebolitano boccia Cariello e la maggioranza

EBOLI – La maggioranza Cariello tra eventi flop, errori, confusione, impreparazione, incompetenza, e inadeguatezza.
L’Amministrazione di fronte alle proposte concrete dell’opposizione PD codardamente abbandona l’aula incapace di formularne delle sue alternative, credibili e valide sul futuro di aree importanti e strategiche per lo sviluppo e la crescita del nostro territorio come quella del: PIP, Ex Apoff e San Nicola Varco.

Area PIP in Consiglio Comunale: Si discute ma non si delibera

EBOLI – Dopo tre ore e mezza di dibattito il Presidente Vecchio prende atto dell’assenza di una bozza di delibera e scioglie la seduta. Assenti i vertici consortili.
L’assessore Manzione relaziona, maggioranza e opposizioni si scontrano. Tutto da rifare! Non si delibera. Elogi bipartisan per i tecnici comunali e il capostruttura SUAP Mandia. Si elencano i risultati ma si chiede la liquidazione del Consorzio P.I.P. Il Sindaco Cariello:” Abbiamo prodotto molti risultati in due anni nella zona P.I.P e contemporaneamente sono felice di avere una Minoranza cosi sprovveduta!”

Eboli, Fascia Costiera e Strumenti Urbanistici: Interrogazione PD

EBOLI – Il PD ebolitano interroga il Sindaco sulle principali questioni politiche: PUC, PUA, PUAD Fascia Costiera, ambiente e rifiuti.
Infante, Rizzo e Cuomo (PD): “Il lavoro di programmazione e sviluppo della fascia costiera è una materia che va posta al centro del dibattito politico nella nostra città”.

ACLI Salerno: Con “Resto al Sud” misura nuova imprenditorialità

SALERNO – Resto al Sud: le nuove misure per incentivare la nuova imprenditorialità, e per la crescita del Mezzogiorno!
Le Acli di Salerno ed il Comitato Nazionale Tecnico per l’Autoimpiego siglano un accordo per aiutare i giovani nell’accesso alle giuste informazioni ed alla creazione d’impresa. La 40.000,00 euro a 200.000,00, di cui il 35% a fondo perduto per l’avvio di una attivitá.

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2018 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente