Sbarco di profughi in Costiera amalfitana? Niente paura c’è il nuovo Governo

Governo nuovo? Continuano gli sbarchi. Nuovi arrivi di profughi (richiedenti asilo) previsti in Costiera Amalfitana.

A lanciare l’allarme sono i dirigenti della Lega-Noi con Salvini della provincia di Salerno che hanno dichiarato a proposito di sbarchi: “questa volta tocca ad una delle nostre perle“; E si rivolgono al Prefetto e non al loro leader che al momento è il Ministro dell’interno. Andremo in massa in costiera a chiedere gli autografi facendo finta siano Obama e Densel Whoshinton.

Profughi in arrivo in costiera

Profughi in arrivo in costiera

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – «Veniamo a conoscenza da un articolo de IL GIORNALE – scrivono in una nota Mariano Falcone, Salvatore Proto e Alfonso Cavaliere, rispettivamente Coord. Prov. Di Salerno e vice coord. regionale, Coord. Costiera Amalfitana, Cons. com. Costiera Amalfitana del Partito Lega Noi con Salvini –  che sarebbero pronti ad arrivare in costiera amalfitana circa 3000 profughi. Ci chiediamo, se la notizia dovesse essere confermata, con quale criterio alle porte della stagione estiva che vede strutture ricettive lidi ed operatori commerciali avere finalmente un po’ di respiro economico ed un guadagno che servirà a sostenere centinaia di famiglie durante l’inverno, sia stata presa una decisione del genere che sicuramente avrà avuto origine nei mesi passati.

Matteo Salvini-Mariano Falcone

Matteo Salvini-Mariano Falcone

Questo atto – proseguono i tre esponenti provinciali della Lega – lo riteniamo un ulteriore affronto agli italiani ed al buon senso e ci attiveremo immediatamente presso gli organi competenti affinchè sia bloccata una follia del genere. Intanto chiediamo ai sindaci della Costiera Amalfitana, alle associazioni di categoria ed ai cittadini, la massima vigilanza nel caso si verificasse questa eventualità per bloccarla sul nascere.

Chiediamo come partito e lo chiederemo anche attraverso le nostre rappresentanze parlamentari – concludono Falcone, Proto e Cavaliere – al Prefetto di Salerno, nel caso la notizia risultasse fondata, i criteri con cui è stata scelta una delle perle turistiche italiane e salernitane più importanti. Siamo certi della sensibilità di chi deve tutelare le proprie comunità e vorremo essere certi della chiarezza degli organi prefettizi sulla questione. Non ci fermeremo nel denunciare questa situazione davanti a silenzi o omissioni.

E mo? Come la mettiamo? Sicuramente i dirigenti salernitani della Lega e dell’intera provincia di Salerno non possono digerire una cosa del genere. Assolutamente no. E che diranno a quegli elettori del Sud in generale della nostra provincia in particolare che avevano votato Lega perché avevano le palle piene di tutto questi sbarchi, che con i principi umanitari poco e nulla hanno a che vedere: Che gli restituiranno i voti? Non possono farlo, ma nemmeno possono far finta di continuare a lamentarsi come se stessero all’opposizione. E allora Mariano Falcone e i suoi, per non correre il rischio di essere additati come “rapinatori” di voti, atteso che il deputato eletto è stato già una “rapina” non avendo nessun rapporto con la nostra gente, farebbero bene di fare una dimostranza al Prefetto Salvarore Malfi come organo Istituzionale del Governo e al Ministro dell’Interno Matteo Salvini, che si adoperi affinché non accada questo ulteriore scempio.

Uno sbarco in Costiera Amalfitana: La Divina; rappresenterebbe un pugno nello stomaco per il turismo. Si immagini per un momento gli alberghi pieni di extracomunitari, molti dei quali stanzieranno negli incroci e lungo le strade a non far nulla e molti altri agli ingressi dei Supermarket o altri esercizi commerciali. Sarà straordinario. Noi ci recheremmo in massa e chiederemo ai bravi profughi un autografo facendo finta si tratti di Obama o Densel Whoscinton.

Ecco il link dell’articolo de “Il Giornale”

http://www.ilgiornale.it/news/politica/tremila-profughi-arrivo-costiera-amalfitana-1536584.html

Salerno, 5 giugno 2018

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. Il capo-bastone leghista,membro della Invincibile
    Armata Sovranista ,ha sentenziato:”è finita la pacchia”,dimenticando la fine ingloriosa della
    Invincibile Armata Spagnola di Filippo II,che nel
    1587 ,naufragò di fronte alle coste dell’Inghilterra.
    Il suo “Manifesto della razza ” ricorda ben altri
    manifesti.Nel 1938 il fascista” Manifesto della razza”,proclamò la purezza della razza italica.
    Contro tale proclami anti-ebraici,Ettore Ciccotti
    affermò,che solo una cultura antirazziale come
    quella romana ,poteva affidare il canto della gloria
    dell’Inpero”,Il Carme Secolare”,al lucano ORAZIO,
    figlio di un ex schiavo ebraico. Quindi Salvini
    stia tranquillo ,perché Orazio è già stato condan-
    nato.Voi pensate che Salvini conosca il canto di
    Virgilo ,padre dell’Europa? “Migrantis cernas totaque
    ex urbe ruentes”(Aeneidos,libroIV,401).
    In questo caos creativo sproloquiano tutti-
    Di Maio ha detto “Lo Stato siamo noi” confondendo
    lo Stato ,che è di tutti ,col Governo ,che è della
    maggioranza parlamentare.Non conosce il buon Di Maio
    che già il Re Sole -Luigi XIV,nell’affermare” L’Etat
    c’est moi” aveva proclamato l’assolutismo monarchico.
    I ministri hanno giurato al Quirinale,nel pomeriggio,
    al chiaroscuro .Illuminante è la parabola para-fra-
    sata del grande Hegel:”Quando la politica dipinge
    a chiaroscuro,allora un aspetto di essa è invec-
    chiato,e del chiaroscuro esso non si lascia ringio-
    vanire “.Questo governo è nato già vecchio ,al
    crepuscolo.quando i fatti si sono già compiuti e la
    politica non serve più a niente.

    6 giugno 2018 peppe leso

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2018 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente